Il trust: le caratteristiche fondamentali dell’atto

del 21/01/2016

Il trust è uno strumento giuridico di diritto straniero che ha trovato ingresso nell’ordinamento italiano attraverso la ratifica della Convenzione del’Aja nel 1989.

Si tratta di uno strumento utilizzato per la pianificazione e gestione patrimoniale sia familiare che aziendale; la prassi registra un uso anche per le procedure concorsuali: il c.d. trust liquidatorio.

Ma cos’è il trust?

Si tratta di un rapporto giuridico istituito da una persona, il disponente, il quale con atto tra vivi o mortis causa, pone i proprio beni e/o diritti sotto il controllo di un trustee nell’interesse di un beneficiario o per un fine specifico.

Con l’istituzione di un trust, i beni ivi inseriti costituiscono una massa distinta e non fanno parte del patrimonio del trustee; inoltre i beni del disponente devono essere intestati a nome del trustee o di un'altra persona per conto del trustee, il quale dovrà gestire i beni affidati secondo le condizioni e i termini dettati nel trust.

Si tratta di uno strumento alternativo al fondo patrimoniale di cui non presenta i limiti oggettivi e soggettivi: difatti nel fondo in trust sarà possibile inserire ogni tipo di bene e potrà essere redatto anche da coppie non unite in matrimonio.

Con la segregazione patrimoniale, i due patrimoni, ossia quello del beneficiario e quello del disponente sono completamente separati con conseguenze importanti:
-       i creditori del trustee non potranno aggredire i beni del fondo in trust;
-       i creditori del disponente non potranno aggredire i beni del fondo in trust;
-       i creditori dei beneficiari non potranno aggredire i beni del fondo in trust.


Altra figura importante è il guardiano: in relazione alla legge regolatrice adottata e in base a precise circostanze, la sua presenza può essere o meno obbligatoria.

Quanto alla durata, bisognerà verificare la legge regolatrice adottata. Ad esempio la legge di Nauru prevede una durata perpetua; la legge di San Marino prevede una durata massima di 100 anni.
 
Ma come si crea un trust?

È bene precisare e distinguere l’istituzione del trust dal trasferimento dei beni in trust: con il primo vengono indicate le regole del trust e la nomina di tutti i soggetti coinvolti; con il secondo viene operato materialmente il trasferimento dei beni.

VEDI ALTRI ARTICOLI >